Sessa Cilento piange la scomparsa di Pasquale Botti, sindaco per 28 anni

La comunità di Sessa Cilento piange la scomparsa di Pasquale Botti, sindaco per per ben 6 mandati dal 1959 al 1972 e dal 1978 al 1993. Aveva 92 anni.

Da anni viveva fuori comune anche se vi faceva ritorno. Oggi pomeriggio la salma giungerà a Sessa Cilento per l’ultimo saluto da parte della comunità.

Tra le opere realizzate dall’amministrazione Botti, la comunità di Sessa Cilento ricorda i tre edifici della scuola elementare e la casa comunale ma anche l’istituzione della scuola media statale, gli interventi alla viabilità soprattutto il collegamento Sessa – Valle – Santa Lucia realizzato grazie ad un finanziamento della Cassa per il  Mezzogiorno.

Nella seconda parte della sua carriera amministrativa Botti contribuì alla costruzione degli edifici della scuola materna, della scuola media e delle due caserme dei Carabinieri e della Guardia Forestale.

Nella frazione San Mango vennero realizzate nuove case popolari mentre a Felittopiano fu eretto il centro sociale.

Nel corso dei suoi mandati venne adottato un moderno piano regolatore generale  e fu approvato lo statuto comunale.

Lascia un Commento