Servizi ai minori, l’Osservatorio di Salerno e provincia denuncia ritardi dei Piani di Zona

Sono in ritardo le procedure di affidamento dei servizi di cura per la Prima Infanzia del PIANO AZIONE COESIONE.

A denunciarlo è l’Osservatorio sui Minori di Salerno e provincia che evidenzia notevoli disagi alle famiglie con bambini fino a 3 anni. L’Osservatorio spiega che a distanza di mesi dall’approvazione da parte del Ministero e del Governo, i Piani di Zona di tutti e 10 gli Ambiti della provincia di Salerno ancora non hanno pubblicato i bandi per l’affidamento alle cooperative ed associazioni per poter avviare asili nido, micro nidi, ludoteche per la Prima Infanzia ed altri importanti servizi di supporto. Se i ritardi proseguiranno, a partire dal prossimo mese di settembre con l’inizio del nuovo Anno Scolastico non si potrà usufruire di tali strutture.

L’Osservatorio sui Minori sottolinea che sono in ballo circa 35 milioni di euro che si dovevano spendere nel triennio  2013-2015 e che  invece si rischia di non utilizzare arrecando grave disagio al territorio e alle famiglie.

Al Garante regionale dell’infanzia ed adolescenza, al Governo nazionale ed ai sindaci dei comuni capofila e soprattutto ai Responsabili degli Uffici di Piano, di adottare immediatamente le procedure amministrative di affidamento dei PAC- Servizi di Cura per la Prima Infanzia.

Una risposta

  1. CLAUDIO 07/05/2015

Lascia un Commento