Serre (SA) – Macchia Soprana, botta e risposta tra il sindaco e il commissario del consorzio

Alla soddisfazione del sindaco di Serre, Cornetta, sulle comunicazioni ricevute dal ministero dell’ambiente, si contrappongono i dubbi del commissario liquidatore del Consorzio di bacino Salerno 2, Giuseppe Corona che replica e condanna le attività del primo cittadino perché, sostiene Corona sono finalizzate solo ed unicamente ad ostacolare gli interventi di chiusura e risanamento della discarica di Macchia Soprana voluti dalla legge e dai cittadini. Corona nella nota parla di "infondati attacchi del sindaco di Serre che continua a divulgare notizie assolutamente non veritiere e prive di ogni riscontro reale. Per il commissario liquidatore del Consorzio bacino Salerno 2 "i carabinieri dei Noe, l’Arpac, l’Ispra in tutte le occasioni non hanno mai rinvenuto sversamenti di liquame o percolato nel vicino fiume e nemmeno nei dintorni della discarica, così come le analisi eseguite dall’Arpac e su vigilanza dei Noe non hanno evidenziato alcun inquinamento dovuto ad una lamentata fuoriuscita di percolato". Poi in riferimento ai cinque pozzi che garantiscono l’ispezione, "tre – si legge nella nota – sono regolarmente attivi, uno è stato divelto nel lontano dicembre 2007 a causa di una frana che ha interessato la vasca n° 4 e mai sinora nessuno aveva segnalato l’esigenza di un suo ripristino, il quinto risulta secco per il mutamento naturalmente del corso delle acque".

Lascia un Commento