Sergio Annunziata assolto dal Tribunale di Lagonegro, torna all’attacco su carenze sanitarie

"Assolto perchè il fatto non costituisce reato". Così il giudice monocratico del Tribunale di Lagonegro, Vincenzo Saladino, ha deciso sul caso che vedeva imputato l’ex sindaco di Atena Lucana, Sergio Annunziata, presidente della Conferenza dei sindaci dell’Asl Salerno, querelato dall’ex direttore sanitario del Distretto di Polla, Roberto Giulio. Annunziata aveva parlato di assenza totale di iniziative di prevenzione durante la vecchia gestione. L'ex sindaco di Atena Lucana aveva anche chiesto di far emergerere le inefficienze e le lacune di chi non  faceva il proprio dovere nell’ambito di competenza del Distretto sanitario pollese. 

Il presidente Sergio Annunziata, nel dichiarare la propria soddisfazione per la positiva soluzione della vicenda giudiziaria a suo carico, a Radio Alfa ha voluto ricordare che ogni giorno sta segnalando e chiedendo all’Asl Salerno con immediatezza una unità lavorativa alla Cardiologia di Polla, per compensare almeno la possibilità di poter fare turni e sostituzione malattie. Annunziata chiede che vengano sbloccate almeno delle ore di lavoro per specialisti ambulatoriali attingendo dalla graduatoria provvisoria 2016 dove ci sono le disponibilità di medici cardiologi, anche del Vallo di Diano, quindi vicinissimi al presidio ospedaliero pollese.

Il presidente della Conferenza dei sindaci dell'Asl-Salerno ha inoltre sottolineato e fatto presente al Commissario alla Sanità della Campania che "non accetterà più nessun minimo taglio di servizi sanitari pretendendo dignità" per il territorio ed i suoi cittadini.

Lascia un Commento