Sequestro di persona ed estorsione, arrestate due sorelle di Centola

Sequestro di persona ed estorsione. Sono le gravissime accuse contestate a due sorelle di Centola che ieri mattina sono state arrestate dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal tribunale di Lagonegro.

I fatti risalgono a circa due mesi fa quando le due donne adescarono con l’inganno una 40 enne di Matera.

Secondo le indagini dei Carabinieri, le due sorelle di Centola hanno teso una trappola alla donna in un’abitazione di Vibonati. Qui avrebbero minacciato di morte e picchiato violentemente la 40enne, procurandole diverse lesioni a gambe, schiena e volto.

Tra i moventi, su cui ancora si indaga, vi sarebbe quello legato ad “un risentimento” nei confronti della vittima per alcuni suoi atteggiamenti e condotte in passato nei confronti della famiglia delle indagate.

Gli arresti sono stati eseguiti  grazie anche alla collaborazione della Compagnia Carabinieri di Trieste dove una delle due donne risultava al momento domiciliata.   

Lascia un Commento