Sequestrato a Cava de’ Tirreni deposito di fuochi d’artificio vicino alla Scuola Primaria

E’ stato sottoposto a sequestro nella giornata di ieri a Cava de’ Tirreni il locale adibito a deposito per la vendita di fuochi d’artificio situato in località Santa Maria del Rovo a ridosso del muro della locale Scuola Primaria.

La scuola nei giorni scorsi era stata chiusa dal sindaco Galdi per precauzione in attesa di accertamenti.

Il dirigente della Polizia locale, Antonino Attanasio, ha spiegato che il locale sequestrato è attualmente sgombero da materiale esplodente e, considerato che risulta costruito in modo del tutto abusivo, non potrà più essere utilizzato né per deposito né tantomeno  per la vendita.

In seguito a questa verifica può considerarsi del tutto risolto il problema della presenza nelle adiacenze dell’edificio scolastico di materiale esplodente – ha dichiarato il sindaco Marco Galdi- con la conseguenza che adesso le famiglie dei bambini potranno mandare a scuola i loro figli nella massima tranquillità.

Lascia un Commento