Sequestrati beni da mezzo milione ad un imprenditore di Agropoli

La Finanza ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni per circa 500mila euro ai danni di una società di Agropoli che si occupa di progettazione, realizzazione e vendita di beni immobiliari, attrezzi e vestiario per l’edilizia.

Alla base del provvedimento, ci sarebbero presunte dichiarazioni fiscali fraudolente che sarebbero state presentate tra il 2009 e il 2012 e che avrebbero permesso al titolare dell’azienda di evadere il fisco per circa 1,5 milioni di euro.

Nelle indagini sono coinvolte tre persone tra cui l’amministratore delegato della società.
Sulla vicenda però non è stata ancora messa la parola fine.

Il collegio di difesa delle persone coinvolte sta preparando delle controdeduzioni per dimostrare che non ci sarebbero irregolarità

Lascia un Commento