Sequestrati allevamenti e beni per 700mila euro ad affiliato clan a Sarno

Tre aziende agricole di allevamento ovini, caprini e bovini, per un totale di 365 capi di bestiame, sono state sequestrate stamani a Sarno dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno, insieme al Gruppo carabinieri Forestale di Salerno.

I militari hanno dato esecuzione ad una sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Salerno. Il sequestro ha riguardato anche beni strumentali, conti correnti e due appezzamenti di terreno, per il valore complessivo di circa 700mila euro. Tutti i beni sono riconducibili ad un 60enne con numerosi precedenti penali, affiliato al clan camorristico Serino operante nel territorio dell’Agro-nocerino-sarnese.

La stessa misura patrimoniale è stata applicata anche nei confronti dei familiari conviventi. Il provvedimento scaturisce da una serie di indagini patrimoniali, iniziate nel 2016 e dirette dalla Dda di Salerno, che hanno permesso di appurare la sproporzione fra i redditi percepiti dal 60enne rispetto al patrimonio accumulato. I beni sono stati affidati ad un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Salerno.

Lascia un Commento