Sequestrata a un imprenditore di Sarno, l’imbarcazione che fu di Mussolini

Fiamma nera di Mussolini

E’ stata rintracciata in Spagna, nel porto di Valencia, e ricondotta in Italia la “Fiamma Nera”, l’imbarcazione appartenuta a Benito Mussolini, sottoposta a sequestro di prevenzione nell’ambito di un’indagine collaterale a “Mafia Capitale” della Finanza di Roma, coordinata dalla Dda capitolina.

Lo yacht che fu del Duce è stato sequestrato a un imprenditore originario di Sarno. Gli accertamenti economico-patrimoniali delle Fiamme Gialle di Fiumicino svolti nei confronti dell’imprenditore che da tempo si è trasferito nella Capitale, hanno permesso di delinearne “la grande sproporzione tra i redditi dichiarati e l’elevato tenore di vita, frutto di una carriera criminale basata su ingenti evasioni fiscali, bancarotte fraudolente a catena e truffe”.
Sottoposti a sequestro beni per un valore di oltre 70 milioni di euro.

Lascia un Commento