Sequestrata rete da pesca da 200 metri a Santa Maria di Castellabate

La Guardia Costiera di Agropoli nel corso della tarda serata di ieri ha messo a segno un colpo contro la pesca di frodo. L’equipaggio a bordo della unità navale CP 855, in navigazione per attività di addestramento e vigilanza all’interno dell’Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate, ha intercettato una reteo da pesca sprovvisto di identificativo nella zona “A” di riserva integrale.
L’attrezzo, una “rete da posta” lunga circa 200 metri che costituiva un pericolo per la sicurezza della navigazione e della vita umana in quanto carente dei previsti segnalamenti, è stato salpato a bordo della dipendente motovedetta e posto sotto sequestro

Lascia un Commento