Senza stipendio da quattro mesi 80 lavoratori APU a Cava de’ Tirreni. L’intervista

 

A Cava de’ Tirreni da quattro mesi sono senza stipendio i lavoratori del programma APU (Attività Pubblica Utilità, finanziato dalla Regione Campania per sostenere chi ha perso la propria occupazione originaria). “L’amministrazione si interessi alla nostra situazione, solleciti la Regione oppure anticipi gli stipendi” quest’ l’appello dei lavoratori.

La questione si è fatta più pressante alla luce dell’ingente ammontare delle paghe arretrate tanto da spingere anche il consiglio comunale a far pressione sull’amministrazione affinché si riesca a risolvere il problema. Sono, infatti, almeno 80 i lavoratori del programma APU in attesa di stipendio.

Per cinquanta di loro – impiegati presso gli uffici comunali – l’amministrazione è riuscita ad anticipare due mensilità per un totale di circa 60 mila euro; diverso il discorso, invece, per i restanti trenta che – operativi presso le scuole del territorio cittadino dallo scorso primo agosto – non hanno visto ad oggi nessuna remunerazione per il lavoro svolto.

Un problema che è stato portato all’attenzione dell’amministrazione Servalli dall’ex sindaco Marco Galdi e sul quale sono al lavoro anche gli attivisti del gruppo “Cavesi 5 Stelle” che nei giorni scorsi hanno ascoltato rimostranze e perplessità di alcuni rappresentanti dei lavoratori in questione.

Ascolta l’intervista realizzata da Imma Tropiano
Galdi su stipendi lavoratori

Lascia un Commento