“Senza defibrillatore non giochiamo”, la decisione della onlus Carmine Speranza di Torre Orsaia

Singolare proposta del presidente della onlus Carmine Speranza di Torre Orsaia, Alfonso Speranza: le squadre giovanili dell’associazione si presenteranno sui campi in trasferta, ma se nelle strutture sportive non è presente il defibrillatore, così come disposto dalla legge Balduzzi, ed almeno una persona presente formata all’utilizzo, la squadra si ritirerà dal campo e non giocherà.

Con il presidente Speranza abbiamo fatto anche un bilancio del 2018 e tracciato le prospettive per il 2019.

A fine gennaio sarà donato al reparto di Pediatria di Sapri un respiratore neonatale.

Lo abbiamo intervistato

Alfonso Speranza


Lascia un Commento