Sentenze pilotate alla Commissione Tributaria di Salerno, altri 7 arresti 

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Altri sviluppi ed arresti nell’ambito delle indagini della Guardia Finanza che hanno travolto la Commissione Tributaria di Salerno. Una misura cautelare con custodia in carcere oggi è stata eseguita nei confronti di altri 7 indagati tra giudici tributari, funzionari, commercialisti ed imprenditori.

Lo scorso mese di maggio erano finiti nei guai 14 persone. L’accusa che oggi ha fatto scattare altri arresti è di corruzione in atti giudiziari. Il provvedimento chiesto dalla Procura è stato firmato dal GIP del Tribunale di Salerno.  Gli approfondimenti investigativi dopo la prima svolta di maggio hanno permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di altri pubblici ufficiali ed imprenditori. 

Alcuni indagati avrebbero fatto delle ammissioni durante gli interrogatori in relazione ad episodi corruttivi a loro contestati riferendo di altri episodi di corruzione a loro carico e di altri indagati. Le dichiarazioni fanno riferimento a 10 sentenze di secondo grado, pronunciate dalla Commissione Tributaria Regionale Sezione di Salerno, il cui procedimento risulterebbe essere stato “pilotato” a favore dei ricorrenti privati in cambio di somme di denaro corrisposte a titolo corruttivo.

Tra i capi di accusa provvisori per i quali il GIP ha ravvisato la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza vi sono la cancellazione di un debito con l’Erario di oltre 35 milioni di euro ottenuto da una società di Sarno; per un’altra società di Angri, l’indebito vantaggio ottenuto supererebbe i 5 milioni di euro; per una terza società di Avellino, invece, la somma contestata dal Fisco e annullata dai giudici raggiungerebbe quasi il milione di euro.

Tra gli arrestati vi sono un professionista di Avellino, un giudice tributario non togato, un segretario della Commissione Tributaria provinciale, un produttore televisivo irpino, altri quattro tra imprenditori e commercialisti della provincia. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento