Scuola, suona la campanella per 8 milioni e 600mila studenti. In calo al Sud

Suona oggi la prima campanella del nuovo anno scolastico in alcune regioni fra cui la vicina Basilicata. Ma anche in Campania, dove ufficialmente si comincia il 12 settembre, aprono alcune scuole in nome dell’autonomia.

Nel complesso fino al 20 settembre saranno oltre 8 milioni e 600mila gli studenti delle scuole statali e paritarie che inizieranno il nuovo anno scolastico 2018-2019. La popolazione scolastica è in calo ed è consistente il decremento in tre Regioni del Sud fra cui la Campania che avrà 15.500 studenti in meno.

Qualche altro dato nazionale: le scuole sono 8.290, per un totale di oltre 40.000 sedi scolastiche presenti sul territorio nazionale. I posti del personale docente, tra organico dell’autonomia e organico di fatto, sono circa 823mila, di cui 141mila di sostegno. Nei giorni scorsi i sindacati hanno lanciato l’allarme: a loro dire c’è il rischio che delle 57mila assunzioni programmate dal ministero dell’Istruzione, se ne faranno solo 37mila, al massimo 40mila se andrà bene, per mancanza di candidati con i requisiti necessari, ritardi ed errori nelle graduatorie.

Domani 11 settembre, si terrà un un sit in Piazza del Parlamento per chiedere la riapertura delle GaE, le Graduatorie ad esaurimento. L’iniziativa è stata promossa dal sindacato Anief. Situazione confusa, infine, in materia di vaccini: dopo una serie di emendamenti al Milleproroghe, resta l’obbligo vaccinale per la frequenza scolastica di nidi e materne per l’anno scolastico che sta per cominciare, ma sarà valida l’autocertificazione delle avvenute vaccinazioni solo fino al 10 marzo. Dopo questa data, i genitori dovranno consegnare agli istituti i certificati ufficiali.

Lascia un Commento