Scuola, docente di Buccino trasferita al Nord ottiene il riavvicinamento dopo una battaglia legale

Buone notizie per il mondo della scuola.

A Buccino la signora Concetta Nitto, insegnante della scuola Primaria in Provincia di Potenza, separata e affidataria esclusiva di due figli minori, viene trasferita in una scuola in provincia di Pavia, a seguito della riforma sulla buona scuola introdotta dal Governo Renzi, sulla base di un algoritmo matematico utilizzato dal Ministero dell’istruzione.

Il sogno di Concetta di vedersi finalmente passare di ruolo e insegnare nell’ambito territoriale scolastico in Basilicata, si trasforma così in un incubo. Insospettita, la donna scopre che i suoi colleghi insegnanti campani, e con un punteggio in graduatoria inferiore al suo, vengono assegnati dal Miur a Potenza mentre lei viene trasferita a Pavia. 

La vicenda finisce così in Tribunale dove il giudice Donatella Oneto accoglie il ricorso presentato dall’insegnante difesa dai legali Angelo Tuozzo e Italia Policastro e condanna il ministero al pagamento delle spese legali, oltre che al trasferimento della Nitto in Basilicata.

Una battaglia legale importante che farà da apripista ai circa 6mila insegnanti campani trasferiti al Nord.

Mariateresa Conte ha incontrato l’avvocato Italia Policastro che ci spiega brevemente questa particolare vicenda

Riascolta l’intervista 
Avv. Policastro

Lascia un Commento