Scuola, bidelli campani con certificati di servizio fasulli. In 50 nei guai

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Sono circa 50 i bidelli campani e salernitani che sono finiti nei guai in un nuovo filone giudiziario scaturito dalle indagini sui falsi titoli per accedere ai concorsi e al lavoro nelle scuole del Centro e del Nord.

Dopo i diplomi contraffatti ora gli accertamenti riguardano i certificati di servizio falsi. Come racconta oggi il Mattino in edicola, si tratta di mancati versamenti all’Inps e servizio dichiarato ma mai prestato.

 

Già sono scattate due denunce della Finanza di Arezzo nei confronti di due collaboratori scolastici salernitani, per aver prodotto un diploma falso mai conseguito: gli stessi bidelli avevano dichiarato in graduatoria per le supplenze 2018/2020, servizi fantasma non coperti dai contributi regolari all’Inps. 

L’Ufficio scolastico regionale della Campania sta raccogliendo segnalazioni che arrivano da scuole da varie regioni in riferimento a presunti certificati di servizio fasulli o quantomeno irregolari. 

Alcune scuole mai esistite che comparivano nei certificati di servizio dei collaboratori scolastici sarebbero localizzate, ancora una volta, a Castel San Giorgio. Qui due scuole fantasma sono state segnalate dall’Ufficio scolastico perché non inserite negli elenchi delle scuole paritarie autorizzate dal Ministero dell’Istruzione. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp