Scritte offensive a Sarno, individuato e denunciato uno degli autori. E’ una donna di 43 anni

E’ stato individuato almeno uno degli autori delle scritte offensive che da tempo compaiono sui muri della città e di uffici pubblici di Sarno, frasi inneggianti all’ISIS, e parole offensive contro esponenti politici di rilievo nazionale, regionale e locale, utilizzando bombolette di vernice spray, quasi sempre di colore nero e qualche volta rosso. Si tratta di una donna individuata attraverso le immagini del sistema di videosorveglianza. La donna, con piumino e cappuccio, avrebbe tracciato le scritte immortalate lo scorso 7 dicembre.
Dagli accertamenti svolti, anche attraverso la visione e l’esame di vari contatti sui social network, l’ignota imbrattatrice è stata identificata in una 43enne di Sarno.
La procura ha anche emesso il decreto di perquisizione presso l’abitazione della 43enne, per trovare riscontri e questa mattina la polizia ha recuperato il giubbino utilizzato dalla donna, perfettamente uguale a quello che si nota nelle immagini video acquisite, ad ulteriore riprova dell’identità della stessa.
La 43enne dunque è stata denunciata 

Lascia un Commento