Scoperto un complesso monumentale nel Parco Archeologico di Velia ad Ascea. Ascolta l’intervista

Importante scoperta nel Parco Archeologico di Velia. Nel corso di indagini archeologiche preliminari al progetto di valorizzazione dell’area della cosiddetta Masseria Cobellis, sono emerse importanti novità su questo settore della città antica, tra il Quartiere meridionale e il Quartiere orientale.

Nell’area immediatamente antistante la Masseria Cobellis, casa colonica ottocentesca restaurata, agli inizi del 2000 venne alla luce la parte settentrionale di un edificio a pianta rettangolare, articolato su due livelli di terrazzamento artificiali.

L’edificio, sicuramente di carattere pubblico, fu costruito fra la fine del I e gli inizi del II sec. d.C.

Le indagini archeologiche in corso hanno consentito di trovare la fronte dell’edificio e di comprendere che si trattava di un complesso monumentale che occupava un intero isolato della Velia romana e si affacciava direttamente su una delle principali strade della città.

Una importante scoperta per Velia che sta attraversando un periodo delicato dopo l’incendio del giugno scorso. I lavori di messa in sicurezza che renderanno nuovamente fruibile al pubblico la zona alta di Velia, termineranno entro la prossima primavera.

Le scoperte sono state illustrate presso la sede della Soprintendenza a Salerno, da Maria Tommasa Granese, Direttrice del Parco Archeologico di Velia.

Ascolta l’intervista realizzata da Monica Di Mauro
Maria Tommasa Granese

Lascia un Commento