Scoperto contrabbando alcolici in 17 Paesi, distilleria clandestina anche nel Salernitano

Viaggiava dall’Italia al Nord Europa, Gran Bretagna in primis, il contrabbando di alcolici che ha permesso uno scambio illegale di 180 milioni di litri di vodka, whisky e altri alcolici “contrabbandati” ed una frode alle accise di 80 milioni di euro.

Il grosso traffico è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Udine con l’operazione “sine finibus” che ha  smantellato un’associazione a delinquere transnazionale con indagini condotte da Eurojust. Un’associazione che aveva ramificazioni anche in provincia di Salerno dove è stata scoperta una distilleria clandestina. L’altra distilleria era a Brescia. In entrambe sono stati sequestrati oltre 100mila litri di alcolici. Ben 87 gli operatori economici coinvolti a vario titolo, 60 le persone denunciate sempre a vario titolo, alla Procura di Udine; 20 i destinatari di misure cautelari personali emesse dalla stessa Procura udinese. Al vertice dell’organizzazione c’era un cittadino britannico di origine indo-pakistana, di 63 anni, arrestato ieri nel Regno Unito, sulla base di un mandato di arresto europeo. In posizione apicale anche un cittadino italiano, un brindisino, di 46 anni, anche lui residente in Gran Bretagna, allo stesso modo destinatario di custodia cautelare in carcere con mandato di arresto europeo. L’uomo è tuttora ricercato. Tra i soggetti più attivi ci sono anche 4 indagati, tutti residenti nel Salento,  destinatari di altrettante misure agli arresti domiciliari, riferimento principale dell’organizzazione in Italia. Altre 14 persone sono state raggiunte in 7 Regioni dalla misura dell’obbligo di dimora.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento