Sciopero lavoratori comparto elettrico-acqua e gas, a rischio 2000 posti in Campania

Sciopero generale oggi in Campania dei lavoratori del comparto elettrico-acqua e gas per la durata di otto ore allo scopo di scongiurare gli effetti dell’applicazione dell’articolo 177 del codice degli appalti. Misure che andrebbero ad impattare su un’enorme platea di lavoratori. Migliaia i posti di lavoro a rischio in Italia, 2mila solo in Campania.

Lo sciopero è stato indetto dalle segreterie nazionali di categoria aderenti a Cgil, Cisl, Uil. In Campania, dalle 10 presidio sotto la Prefettura di Napoli e richiesta di incontro con il Prefetto per sollecitare il Governo ad intervenire. Anche a Roma in piazza di Montecitorio, di fronte al Parlamento, una delegazione delle categorie di Cgil, Cisl e Uil Campania sarà presente alla manifestazione nazionale. Per questo Cgil, Cisl e Uil chiedono ai parlamentari campani di sostenere la vertenza a sostegno dei lavoratori.

Lascia un Commento