Scala (SA) – Il ministro Profumo alle celebrazione dell’11 settembre

«Il ricordo di questo tragico evento deve entrare nella memoria e nella cultura delle giovani generazioni così da animare il sentimento del bene per evitare di essere operatori di iniquità». Questo il pensiero del ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Francesco Profumo, che stamani a Scala, il centro più antico della Costa d’Amalfi, ha presenziato la cerimonia di commemorazione delle vittime dell’11 settembre 2001. Dopo la deposizione della corona d’alloro alla base del "Resurrection Day" di piazza del Municipio, il primo e unico monumento d’Italia dedicato alla memoria delle vittime della tragedia di New York, opera dell’artista Silvio Amelio, il rappresentante del Governo Italiano ha parlato ai bambini di Scala alla vigilia dell’inizio del nuovo anno scolastico, rimarcando l’importanza della cultura che non può essere confusa con le contaminazioni dei tempi moderni.

Lascia un Commento