Scafista tunisino arrestato a Salerno dopo lo sbarco dei migranti condannato a due anni ed esplulso

E' stato condannato a due anni di reclusione dal Tribunale di Salerno ed espulso dall’Italia lo scafista tunisino di 28 anni che fece sbarcare in Italia un migliaio di migranti il 19 luglio 2014. 
I
l giovane scafista tunisino fu immediatamente individuato ed identificato dal personale della Polizia di Stato appartenente all’Ufficio Immigrazione ed alla Squadra Mobile della Questura di Salerno.

Il GIP del Tribunale di Salerno convalidò l’arresto e l’extracomunitario è stato rinchiuso nel carcere di Salerno. Ieri è stato rimesso in libertà per cessate esigenze cautelari ma proprio ieri è arrivata la condanna e il nulla osta all’espulsione

Oggi il 28enne sarà accompagnato presso il Centro Identificazione ed Espulsione di Caltanissetta per il successivo imbarco alla volta di Tunisi.

Lascia un Commento