Scafati, violenza sessuale e maltrattamenti sulla figlia. Condannato in primo grado

E’ stato condannato ad 8 anni e 6 mesi di reclusione, un uomo di Scafati di 53 anni, processato in primo grado per le accuse di violenza sessuale e maltrattamenti nei confronti della figlioletta di appena 8 anni.

La sentenza è arrivata dal Tribunale di Nocera Inferiore.

Dalle indagini è emerso che l’uomo non avrebbe solo abusato della minorenne, ma l’avrebbe maltrattata, facendola mangiare poco e niente e obbligandola a lavarsi con acqua fredda perché quella calda costava.

La vicenda risale al 2012, quando la bambina di 8 anni decise di confidarsi con una sua amica di scuola che ne parlò a sua volta all’insegnante.

Così partì la segnalazione ai servizi sociali e poi ai carabinieri. In classe la bambina appariva magrolina e priva di forze. Presentandosi ai compagni senza materiale didattico e libri, che il padre non le avrebbe mai comprato.

Lascia un Commento