Scafati, condizionamenti non superati. Commissari chiedono proroga di sei mesi

Chiedere al Consiglio dei Ministri la proroga dello scioglimento del consiglio comunale di Scafati per i condizionamenti camorristici non ancora superati.

La proposta è arrivata ieri nel corso della riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica che si è riunita al comune di Scafati, alla presenza del Prefetto Malfi, alla sua prima uscita ufficiale dopo la sospensione subita per la vicenda giudiziaria in corso a Vercelli.

Una discussione determinata dalle intercettazioni ambientali raccolte dagli uomini della Dia di Salerno e confluite all’interno dell’operazione Antimafia denominata “Satyricon”, in base alle quali si noterebbe l’infedeltà dei dipendenti comunali che sarebbero ancora asserviti alle vecchie logiche di potere.

Il Prefetto di Salerno, dunque, anche sulla scorta delle intercettazioni, chiederà al Ministero dell’Interno di proporre la proroga dello scioglimento dell’Ente scafatese per altri sei mesi, come prevede la legge.

Lascia un Commento