Sbarco migranti in Calabria, mamma e bimbo intrappolati in barca. Un salernitano tra gli eroi

E’ originario del salernitano uno dei finanzieri che ieri ha salvato la mamma e il bimbo rimasti intrappolati nella barca incagliatasi a pochi metri dalla spiaggia, a Torre Melissa in Calabria. Alle operazioni di salvataggio connesse allo sbarco di migranti hanno partecipato anche le Fiamme Gialle della Sezione Operativa Navale di Crotone.

I finanzieri, fra i quali Michele Boniconti di Vietri sul Mare, udendo il pianto di un bambino proveniente dallo scafo rovesciato dell’imbarcazione, si sono spinti nella risacca marina, nonostante le cattive condizioni meteorologiche e hanno tratto in salvo il piccolo di pochi mesi e la madre, imprigionati nella barca.

La donna e il figlioletto, sono stati quindi accompagnati, assieme agli altri 49 sbarcati, per le operazioni di assistenza e identificazione, presso il Centro di accoglienza di Crotone.

Lascia un Commento