Sassano (SA) – Lavoratori Ergon, in arrivo una parte delle 14 mensilità arretrate

In arrivo una parte degli stipendi arretrati spettanti a quattro lavoratori dipendenti della Ergon, designati alla raccolta dei rifiuti nel Comune di Sassano. Un accordo in tal senso è stato raggiungo nella sede della Cisl di Sala Consilina, alla presenza del sindacalista Mariano Santarsiere, dei lavoratori assistiti dall’avvocato Rosa Isoldi, del sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino (nella foto) e del Commissario straordinario del Consorzio di Bacino SA 3 Giovanni Siano. I dipendenti Ergon non percepiscono lo stipendio dal mese di luglio dello scorso anno e, in base all’accordo, il Commissario Siano unitamente al sindaco Pellegrino ha assunto l’impegno di anticipare la somma di 20mila euro. Si tratta solo di una prima trance dei crediti vantati dai lavoratori che nei prossimi mesi riceveranno il saldo di quanto gli è dovuto dalla Ergon.

I lavoratori sebbene avessero avviato tutte le azioni possibili per il recupero dei crediti di lavoro, in ultimo era arrivata anche la opposizione al decreto ingiuntivo da loro proposto.

“Di sicuro non era ciò che ci si aspettava, semmai – si legge in una nota della Cisl – sarebbe stato opportuno da parte della Ergon andare incontro alle esigenze dei lavoratori, che nonostante tutto continuavano e continuano a lavorare ricercando una soluzione socialmente utile, alla mera opposizione , al di là degli aspetti politici e legali”.

Lascia un Commento