Sarno, soldi per un pastificio mai aperto. Scatta il sequestro

Avevano chiesto e ottenuto un finanziamento per realizzare un’attività di produzione di pasta secca da Invitalia Spa attraverso l’ammissione alle agevolazioni per le cosiddette “microimprese” nell’ambito. 

In realtà avevano intascato i soldi senza aprire l’impresa. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza di Salerno che ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo nei confronti dei 2 indagati accusati per truffa ai danni dello Stato.

I due, parenti tra di loro, rispettivamente amministratore di diritto di una società con sede legale a Sarno, sono stati segnalati dai Finanzieri alla Procura. Dai sopralluoghi eseguiti dalle Fiamme Gialle è emersa l’assenza totale di macchinari o altri indici denotanti l’effettivo avvio della produzione.

Il sequestro preventivo è stato eseguito per un equivalente di un immobile situato a Sarno, di proprietà degli indagati, per un valore corrispondente alla soma di 129mila euro.

Lascia un Commento