Sarno, sequestrato opificio e denunciato imprenditore per illeciti ambientali

Produceva da anni prodotti per l’agricoltura e il vivaismo, in particolare vassoi e sementiere in polistirene espanso sinterizzato, in assenza di qualsiasi autorizzazione ambientale. E’ stato sottoposto a controllo un opificio a Sarno.

In particolare è stato accertato che, nel ciclo di lavorazione, la produzione di vapore, indispensabile per l’attivazione del ciclo di lavorazione, avveniva mediante un processo di combustione in un vecchio forno alimentato con sfridi di origine legnosa non identificabili, senza tuttavia provvedere al recupero delle ceneri né, all’abbattimento delle polveri e dei fumi in quanto il sistema di filtraggio e abbattimento non garantiva la captazione delle ceneri che venivano quindi sparse all’interno dei locali e sulla pavimentazione.

E’ stato inoltre accertato l’illecito smaltimento delle acque prodotte dal ciclo di lavorazione direttamente sul terreno a causa dell’assenza di un sistema di vasche a tenuta ma anche lo smaltimento illecito dei vassoi e delle sementiere esauste.

All’esito delle verifiche, l’intero opificio, per complessivi 1500 metri quadri, è stato sequestrato mentre l’imprenditore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Lascia un Commento