Sarno (SA) – Maltempo, il rischio dissesto rimane

"Dopo l’alluvione di Sarno ci siamo attrezzati ma il rischio dissesto idrogeologico rimane". A dirlo è il sindaco della cittadina colpita dalla tragica alluvione del 1998, Amilcare Mancusi, il quale, all’indomani del nubifragio di Roma, ritorna con la mente ai fiumi di fango portatori di detriti e di morte, e ricorda che non si trattò di un evento isolato come quello della capitale. Secondo Mancusi oggi più che mai c’è bisogno di fare sistema rispetto alle azioni di prevenzione sui territori. “Dopo la tragedia di Sarno – spiega Mancusi – abbiamo istituito un sistema di protezione civile municipale, in aggiunta a quello provinciale, ma se prima spendevamo 400 mila euro per tenerlo a regime, oggi siamo costretti a tagliare le spese di questo sistema”. I problemi idrogeologici rimangono, conclude il primo cittadino, ma i tagli dei fondi hanno costretto a ridurre lo stanziamento portandolo a 250 mila euro.

Lascia un Commento