Sarno (SA) – Due arresti per violenza sessuale e rapina

Sequestro di persona, tentata estorsione, violenza sessuale e rapina in concorso. Sono le gravissime accuse che hanno portato all’arresto di due cittadini ucraini di 23 e 31 anni, il primo domiciliato a San Marzano sul Sarno, irregolare, e il secondo a Sarno, già colpito da decreto di espulsione dall’Italia.

Secondo le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Nocera Inferiore che hanno eseguito gli arresti, i due ucraini hanno violentato una cittadina russa di 31 anni, con la quale hanno prima trascorso la serata in alcuni locali pubblici tra San Marzano e Sarno e, poi si sono offerti di accompagnarla a casa, ma durante il viaggio l’hanno portata in auto, in luogo isolato nelle campagne di Sarno, dove hanno consumato la violenza e le hanno sottratto borsa e telefono cellulare. Le hanno sottratto anche il passaporto chiedendo 300 euro per la restituzione. Dopo la violenza e la rapina, stando al racconto della stessa vittima, la donna è stata costretta a seguirli, in auto e ad assistere anche ad altra rapina nei confronti di un giovane nord africano, aggredito nei pressi di una tabaccheria a San Marzano sul Sarno.

La donna è riuscita a fuggire in un’area di servizio a San Valentino Torio, dove l’auto dei malviventi, già segnalata, è stata intercettata dai Carabinieri. Ne è nato un inseguimento conclusosi a Nocera Inferiore con l’arresto dei due giovani ucraini.

Lascia un Commento