Sarno (SA) – A 13 anni dalla tragica alluvione, per i geologi campani c’è molto da fare

Un duro atto d’accusa dei geologi campani è arrivato ieri, nel giorno del tredicesimo anniversario della tragedia di Sarno. "Nonostante i 160 morti e le altre sciagure che si sono succedute in Campania, ha detto e Francesco Peduto, presidente regionale dell’Ordine dei Geologi, resta ancora moltissimo da fare sulla difesa suolo". Secondo Peduto, ogni anno vengono tagliati sempre di più i fondi per il dissesto idrogeologico, e proprio per la mancanza dei fondi, non viene avviata una politica di previsione e di prevenzione. Secondo il vice presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, Francesco Russo, "per noi geologi è disarmante dover ancora ripetere che siamo logori di essere gli uomini del giorno dopo la catastrofe. Esiste una gestione del territorio senza regole o, meglio, senza il rispetto delle regole."

Lascia un Commento