Sarno, nasce il Palazzo della Cultura nel complesso ottocentesco Villa Lanzara del Balzo

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Villa Lanzara diventa Palazzo della Cultura ed a Sarno nasce il primo polo extra moenia dell’Università di Salerno, cuore pulsante di ricerca, studio, percorsi di formazione. Le peculiarità? E’ Centro Intradipartimentale di Alfonso Gatto ed è Centro Studi Domenico Rea.

Tre anni di grande evoluzione per il complesso ottocentesco Villa Lanzara del Balzo, che ha assunto un forte significato simbolico definendo con forza e carattere una propria identità sul territorio salernitano.

 

Un luogo destinato ad essere non solo culturale, ma identitario. La progettualità che ruota intorno al Palazzo della Cultura a Sarno è carica di ricercatezza; partita dalla biblioteca comunale, la crescita si è definita attraverso passi incessanti e determinanti con la mostra permanente “Una luce per Sarno” e lo spazio espositivo del Libro d’Artista. Fino al Protocollo d’Intesa con l’Università degli Studi di Salerno ed il Giffoni Film Festival.

Così è andato definendosi un polo che mira ad essere un piccolo gioiello in Campania, per stage, tirocini e formazione di studenti universitari, legato alle scuole del territorio per incontri, dibattiti e eventi. Nominato coordinatore del Centro Studi Rea, Vincenzo Salerno, ex assessore alla cultura e tra i fautori del rinnovamento di Villa Lanzara.

“Il Centro Interdipartimentale Alfonso Gatto ed il Centro Studi Domenico Rea – ha spiegato Salerno – sono gemellati ad un Protocollo d’Intesa. Aspetto importante perché il centro Gatto ospitato a Sarno è di fatto il primo polo extra moenia dell’Università di Salerno, va ad associarsi ad un centro culturale di ricerca, quello Rea, che custodisce i dattiloscritti e manoscritti dell’autore donati dalla figlia Lucia.

“Abbiamo voluto fortemente progettare il futuro di questa città anche attraverso luoghi di cultura e di identità territoriale – ha sottolineato il sindaco Giuseppe Canfora- Con orgoglio oggi Sarno ha un polo culturale di vera eccellenza attraverso la collaborazione di università ed altri enti di formazione territoriale e non solo. La libertà, la democrazia nascono dove vi sono valori di confronto e dibattito, storia e sapere. Abbiamo portato avanti una visione ed il tempo ci ha dato ragione. Ringrazio sempre Lucia Rea per il dono inestimabile degli scritti del papà”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento