Sarno: La Finanza sequestra un’intera fabbrica del falso

Un’impresa abusiva per il confezionamento di capi d’abbigliamento, con un noto marchio d’impresa contraffatto o alterato, è stata scoperta dai baschi verdi della Finanza di Scafati, all’interno di un capannone industriale a Sarno. L’azienda abusiva era gestita da due cittadini di nazionalità cinese.

Durante la perquisizione dei locali commerciali, sono stati rinvenuti, oltre alla presenza di tutti i macchinari necessari per la produzione ed il confezionamento di abbigliamento, anche un personal computer munito di apposito plotter per il disegno dei capi di vestiario, un apparecchio per la stampa delle etichette, un banco da lavoro per il taglio delle stoffe,

banchi con macchine cucitrici, tavoli da stiro, e oltre 2mila capi di vestiario, oltre 37mila cartellini pendenti recanti il noto marchio d’impresa contraffatto, nonché 26.800 accessori, con i quali venivano confezionati gli abiti. Sequestrati centinaia di rotoli di vari tessuti, pronti per essere tagliati e modellati, per un totale di circa 2 chilometri di stoffa.

I gestori dell’impresa illecita, di 25 e 23 anni, sono stati denunciati a piede libero, per i reati di concorso nell’uso di marchio d’impresa contraffatto/alterato aggravato dalla riscontrata organizzazione imprenditoriale e ricettazione

Lascia un Commento