Sarno, espulso dal territorio italiano l’imam “anti Isis”

L’imam di Sarno, Dernati, condannato con sentenze passate in giudicato per detenzione di arma illegale e stalking, è stato espulso dall’Italia. Il provvedimento è stato emesso dal giudice, in ragione anche del mancato rinnovo del permesso di soggiorno.

Dernati, di origini magrebine, dopo gli attentati terroristici di Parigi del 2015, in una manifestazione pubblica a Sarno aveva preso le distanze dai terroristi, condannando chi utilizzava la religione come pretesto per uccidere.

Per quel che riguarda invece le vicende giudiziarie personali che lo riguardano, il primo caso risale all’estate del 2016, quando i carabinieri accorsero presso la sua abitazione, per una lite che si stava consumando nella sua abitazione ad Episcopio. Gli inquirenti trovarono anche un fucile da caccia semiautomatico con matricola abrasa. L’uomo fu denunciato anche per lesioni personali, poi l’accusa cadde perchè la famiglia ritirò la querela. Ma quella per la detenzione di arma clandestina andò avanti, fino in Cassazione.

La seconda condanna riguarda invece l’accusa di stalking, contro una connazionale.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento