Sapri (SA) – Il Tribunale del Malato chiede nuovo servizio di assistenza per i non autosufficienti

Istituire nel distretto sanitario ASL Sapri-Camerota un più innovativo e funzionale servizio di assistenza domiciliare per pazienti non autosufficienti ed in condizioni di fragilità permamente o temporanea. Lo chiede la sezione di Sapri del Tribunale per i diritti del malato in una missiva indirizzata al direttore generale dell’ASL di Salerno Antonio Squillante, al direttore sanitario della stessa ASL Federico Pagano, al direttore sanitario dell’ospedale dell’Immacolata di Sapri Maria Ruocco, al direttore del distretto sanitario Sapri-Camerota Giuseppe Del Prete, al presidente della Conferenza dei sindaci dell’ASL salernitana Sergio Annunziata ed al sindaco di Sapri Giuseppe Del Medico. "La richiesta – si legge nella missiva del Tribunale del malato è dettata dalla necessità di modificare l’attuale organizzazione di assistenza  domiciliare, che non riesce a soddisfare le esigenze di tanti pazienti i quali si trovano in condizioni di fragilità permanente o temporanea. Le procedure di assistenza domiciliare individuate presso il distretto di Battipaglia risponderebbero alle difficoltà relative alla nostra area, che è morfologicamente complicata e con vie di comunicazione carenti e numerose località lontane dai centri abitati".

Lascia un Commento