Sapri (SA) – Il sindaco: lieti che Galan venga in provincia

“Siamo lieti che il Ministro Galan abbia deciso di toccare con mano quanto la provincia di Salerno sia stata martoriata da eventi climatici eccezionali. Non vorremmo, però, che questa visita serva ad accelerare l’archiviazione della problematica, trattandola come una semplice pratica burocratica". Lo ha detto il sindaco di Sapri, Vito D’Agostino. "La complessità del territorio salernitano, e nello specifico cilentano, – prosegue D’Agostino –  richiede interventi sostanziali atti a rimettere in sicurezza aree ormai da anni abbandonate e per fare ciò sono necessari stanziamenti importanti. Da anni il mio comune, che è ormai in ginocchio, segnala agli organi competenti che, tra erosione costiera e dissesti idrogeologici, rischia di finire sulle cronache nazionali". Per il primo cittadino saprese "i buoni intendimenti degli amministratori locali non bastano più, bisogna mettere in condizione gli organi preposti di poter intervenire in modo definitivo". Intanto D’Agostino ha chiesto a Prefettura, Carabinieri, Vigili del fuoco, Forestale ed altri organi di polizia di verificare le condizioni di un bosco sito in località Mancosa nel comune di Vibonati, che, secondo il sindaco, di Sapri, sarebbe interessato dal taglio indiscriminato di alberi per la creazione di una pista carrabile. “Il concretizzarsi di tale malaugurata ipotesi costituirebbe per i territori a valle un ulteriore aggravio delle già precarie condizioni idrogeologiche e creerebbe ulteriori danni soprattutto alla mia città” ha concluso D’Agostino.

Lascia un Commento