Sapri – Commissariamento Piano di Zona S9, un nuovo comitato di cittadini ne chiede il blocco

"Fermiamo il commissariamento del Piano di Zona, i servizi sociali sono un diritto di tutti, e non un affare di pochi”. Così il nuovo “Comitato cilentano per i diritti sociali” annuncia l’assemblea pubblica in programma nell’aula consiliare del Comune di Sapri sabato prossimo, 9 novembre, ed organizzata all’indomani della Delibera della Giunta Regionale della Campania, con la quale il governatore Caldoro ha dato l’avvio alla pratica per l’esercizio dei poteri sostituivi nei 17 comuni del Basso Cilento facenti parte dell’S9 a seguito della mancata adozione del piano di zona. “Dopo anni di politiche clientelari e sprechi, l’ambito S9 stava cercando faticosamente di ritrovare la direzione di servizi sociali di tipo integrato, con l’obiettivo di offrire una reale risposta ai bisogni territoriali, per non associare MAI PIU’ i bisogni sociali al consenso politico. Ma un solo Comune, quello di Santa Marina ha messo sotto scacco gli altri non sottoscrivendo la Convenzione e commettendo così un orrore legislativo”; questo il pesante j’accuse dei componenti della costituenda associazione, che puntano il dito anche contro la Regione “E’ per poter riempire le tasche dei soliti pochi – continua la nota del comitato – che si è creata un’anomalia ad hoc con Fortunato e la Regione Campania che vogliono un illegittimo Commissariamento che rimetterà in discussione il percorso democratico e trasparente intrapreso dal Piano di Zona”.  Nel comunicato l’associazione chiede anche il commissariamento del Comune di Santa Marina e la prosecuzione del piano di zona, così come concordato dai 16 comuni e l’erogazione dei fondi. In ballo ci sono 1.800.000 euro destinati all’assistenza socio-sanitaria per gli anziani e le fasce più deboli. Dal canto suo il consigliere regionale, e presidente del consiglio comunale di Santa Marina Giovanni Fortunato sostiene che il commissariamento è “l’unica via d’uscita per migliorare i servizi sul territorio ed evitare inutili sprechi di denaro”.

Lascia un Commento