Sapri – Fumata grigia dopo la riunione in Regione sull’S9. Santa Marina ancora non firma il piano

Tutto, o quasi, come prima per quanto riguarda il piano di zona S9 all’indomani dell’incontro tenutosi in Regione Campania, alla presenza dell’assessore alle Politiche sociali Ermanno Russo e del dirigente Oddati, tra il sindaco di Sapri Giuseppe Del Medico (nella foto) ed il consigliere regionale Giovanni Fortunato, in rappresentanza del Comune di Santa Marina. Quest’ultimo non arretra di un centimetro dalla propria decisione di non firmare il piano di zona. Il coordinamento dell’S9 ha ancora una decina di giorni di tempo per evitare la nomina di un commissario, che comporterebbe la perdita dei 700.000 euro dei piani di azione e coesione – per ottenere i quali è necessario il riconoscimento dell’ambito e la chiusura della fase progettuale entro il 15 dicembre 2013 –  e dei fondi relativi all’annualità 2013. Nel corso della riunione in Regione, il sindaco di Sapri si è impegnato a sottoporre alla valutazione del coordinamento istituzionale le richieste che il collega di Santa Marina produrrà nelle prossime ore ed a proporre al coordinamento dell’S9, di cui Sapri è comune capofila, la loro approvazione nel corso del 2014 assieme alla presentazione ed approvazione della progettualità dello stesso anno. “Le procedure adottate dai comuni dell’ambito S9 nelle costituzione dell’ambito stesso sono state ritenute valide dai funzionati regionali, che non hanno eccepito rilevi sostanziali – ha detto il vicesindaco di Sapri Marco Martorano – Resta forte e pressante l’invito rivolto a Santa Marina a rivedere le posizioni sostenute fino ad oggi e ad evitare il danno derivante dalla perdita di fondi destinati agli anziani non autosufficienti ed alle famiglie".

Lascia un Commento