Sapri – Costituito il comitato cilentano per i diritti sociali

Si è costituito a Sapri nella serata del 9 novembre il “Comitato cilentano per i diritti sociali”, promosso dalle Associazioni del Terzo settore e dai cittadini al fine di contrastare il commissariamento del Piano di Zona del comprensorio S9 decretato dall’assessorato regionale alle Politiche Sociali.

Durante l’assemblea, tenutasi nell’aula consiliare del Comune, sono stati spiegati alla cittadinanza i motivi di questa situazione di stallo causata, secondo il Comitato,  dall’azione illegittima posta in essere dell’amministrazione comunale di Santa Marina che vorrebbe gestire autonomamente i fondi per le politiche sociali. Il rischio, secondo il Comitato Cilentano per i diritti sociali, è che vadano in fumo, oltre agli sforzi fin qui intrapresi dalle altre 16 amministrazioni comunali coinvolte, anche 800mila euro di fondi PAC e un altro milione di euro di fondi sociali regionali.

Il Comitato chiede: la prosecuzione del piano di zona cosi’ come concordato dai 16 comuni e l’erogazione dei fondi per i diritti dei cittadini; il blocco immediato del commissariamento del piano di zona;

il commissariamento del Comune di Santa Marina.

L’assemblea riunitasi sabato ha dato mandato al Comitato di intraprendere tutte le azioni necessarie, di tipo legale e civile al fine di poter contrastare tale decisione.

Lascia un Commento