Sapri, amministrazione si dimezza lo stipendio

Gli amministratori di Sapri rinunciano a metà della loro indennità di carica a favore di progetti per la cultura, la sicurezza e il turismo. Inoltre rinunceranno a qualsiasi apparecchiatura telefonica necessaria a esercitare il mandato ricevuto e a qualsiasi indennità di trasferta.

Con le cifre a cui rinunciano sindaco, vicesindaco e assessori, pari a circa 36mila euro, si potranno dunque realizzare iniziative per valorizzare le risorse del territorio in chiave turistica. In particolare 5 mila euro saranno destinati alla cultural 20mila al turismo e 5mila euro per la sicurezza e 6mila euro per la manutenzione del comune di Sapri.

Lascia un Commento