Sapri: A Massimo Impieri la Medaglia d’oro al Valore civile da parte del Capo dello Stato

Il sacrificio di Massimo Impieri (nella foto) è stato premiato con la Medaglia d’oro al Valore Civile alla memoria da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Cerimonia oggi al Quirinale con i genitori e la sorella dell’agente scelto della Polizia di Stato originario di Sapri, morto sul colpo a soli trentaquattro anni lo scorso 7 luglio dopo essere stato investito da un’auto pirata in contrada Cipolla, all’innesto tra la strada statale 106 e la 107 Silana-crotonese. Impieri , in servizio a Crotone, stava regolando il traffico subito dopo un incidente stradale per non mettere in pericolo altri automobilisti, quando una vettura che sopraggiungeva ad alta velocità lo ha travolto ed ucciso. Dalle indagini è emerso che il guidatore omicida aveva nelle vene un tasso alcolemico decisamente superiore alla media. Impieri è stato "mirabile esempio di spirito ed altissimo senso del dovere, spinti sino all’estremo sacrificio", come recita la chiosa della motivazione ufficiale del decreto con cui il Capo dello Stato ha insignito della medaglia d’oro l’agente scelto. Un’onorificenza che purtroppo non restituirà all'affetto di familiari, amici e colleghi Massimo, ragazzo perbene che ha lasciato un vuoto incolmabile nell’intera comunità saprese.

Lascia un Commento