Sanza (SA) – Morte 45enne in ospedale, eseguita autopsia. Oggi i funerali

E’ stata eseguita ieri, a distanza di sei giorni, l’autopsia sul corpo del 45enne di Sanza, che sabato scorso, intorno alle 3, è morto precipitando da una porta-finestra dell’ospedale di Polla, in un’ala del nosocomio che ospita gli uffici. L’esame autoptico è stato eseguito da due periti indicati dalla Procura della Repubblica di Sala Consilina che ha liberato la salma consegnandola ai famigliari. I funerali del 45enne, sposato e padre di due bambine, si celebreranno questo pomeriggio a Sanza, dove la comunità, sconcertata e incredula, si interroga su quanto accaduto. Impiegato in una cooperativa sociale che ha in appalto la raccolta dei rifiuti solidi urbani del comune, il 45enne era conosciuto e stimato per la sua semplicità e pacatezza. I magistrati della Procura salese vogliono chiarire la dinamica di quanto accaduto e un contributo importante arriverà anche dai risultati dell’esame autoptico disponibili fra 60 giorni. La caduta mortale dalla porta-finestra, alta circa 5 metri, sarebbe avvenuta in maniera accidentale, mentre il 45enne sanzese, intenzionato a tornare a casa, nonostante il parere negativo dei medici, cercava di sfuggire alla sorveglianza. Era ricoverato nel reparto di Otorinolaringoiatria per accertamenti a seguito di un’emorragia.

Lascia un Commento