Sanza, riaperta la Cappella di Santa Maria di Costantinopoli dopo 60 anni

A Sanza, dopo un’attesa durata 60 anni, è stata riaperta la Cappella di Santa Maria di Costantinopoli, a Santa Brigida.

Questa mattina il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito, accompagnato dai consiglieri comunali di maggioranza ha provveduto alla riapertura della chiesetta nel cuore del centro storico.

Un’ordinanza sindacale, che nei prossimi giorni sarà applicata anche ad altre strutture di proprietà privata abbandonate e pericolose per la pubblica incolumità, ha consentito la rimozione del muro che ostruiva l’accesso al portale d’ingresso della chiesetta posta dinanzi il palazzo baronale dei Campolongo.

L’antica chiesetta risale al XVII secolo ed era stata chiusa al culto da oltre un secolo.

Negli anni ’60, già abbandonata da tempo, l’allora sindaco Felice Arenare, ne fece murare l’ingresso. Negli anni era diventata ricettacolo di rifiuti ed una vera e propria discarica a cielo aperto.

“Mostre e convegni saranno la linfa vitale di questo luogo abbandonato da oltre un secolo. Il nostro paese deve cambiare marcia, questo per noi è un imperativo categorico. Ai cittadini chiediamo il massimo della collaborazione” così ha affermato il sindaco di Sanza, Esposito.

Una risposta

  1. Antonio citera 20/08/2017

Lascia un Commento