Sanza, consegnati gli attestati di conoscenza della lingua italiana a 55 giovani immigrati. Le interviste

Una cerimonia commovente questa mattina a Sanza, alla presenza del Vescovo della Diocesi di Teggiano Policastro, Mons. Antonio De Luca, dei vertici della Caritas diocesana e dell’amministrazione comunale di Sanza per la consegna dei certificati di attestazione della conoscenza della lingua italiana, per 55 giovani immigrati, provenienti dall’Africa sub sahariana e dai paesi asiatici che hanno frequentato il corso in lingua italiana promosso dalle cooperative che ne curano la formazione e l’assistenza.

Un momento di grande commozione come ha sottolineato il Vescovo De Luca, perché: “ in questo modo vi siete dotati dello strumento necessario per entrare a braccia aperte nelle comunità che vi ospitano. La lingua infatti è la chiave per poter comunicare e soprattutto per creare quello spirito di fratellanza ed inclusione” ha affermato il Vescovo. La giornata che si è tenuta presso la sala conferenze della struttura adibita a centro di accoglienza migranti del Gabbiano, ha registrato poi un altro momento fondamentale, il dono da parte dell’assessorato alle politiche sociali del Comune di Sanza di un libro ad ogni giovane migrante che ha acquisito la certificazione della conoscenza della lingua italiana. Una donazione frutto della generosità della casa editrice napoletana Graus che ha risposto all’appello dell’assessore Marianna Citera.

Molto emozionati i 51 ragazzi che hanno ricevuto il diploma ed un libro. Tra loro Foede, 19enne migrante proveniente dal Senegal, arrivato a Salerno con lo sbarco dello scorso 16 settembre

Ascolta le interviste al sindaco di Sanza, Vittorio Esposito e Foede

Vittorio Esposito

Foede immigrato

Lascia un Commento