Sant’Egidio M.A. – Incensurati estorcevano denaro ad operai, arrestati

Accusati di prestare denaro a strozzo, due uomini incensurati di Sant’Egidio del Monte Albino, in provincia di Salerno, sono stati arrestati dai carabinieri del Reparto Operativo del Comando provinciale di Salerno. Si tratta di un 51enne e di un 32enne, che avrebbero praticato tassi d’interesse del 40% al mese. Devono rispondere di usura ma anche di estorsione continuata e aggravata dal metodo mafioso. Le indagini sono state avviate dai carabinieri dopo la denuncia della vittima, un operaio di Cava de’Tirreni, che nell’ottobre dello scorso anno, in gravi difficoltà economiche, sarebbe stato costretto a rivolgersi a due uomini di Sant’Egidio che gli accordarono un prestito iniziale di 15mila euro pretendendone in restituzione 21mila entro il primo mese. Da qui la lenta ed inesorabile caduta nella disperazione di fronte ad interessi che facevano lievitare in modo esponenziale la somma pretesa fino ad un totale di 250mila euro.
Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia d Salerno, hanno avuto l’epilogo quando l’operaio ha concordato un incontro con i due fermati per consegnare una piccola somma di denaro. Il passaggio dei soldi è avvenuto nei pressi del casello autostradale di Nocera Inferiore, dove sono intervenuti i carabinieri. Nel corso di una perquisizione nell’abitazione del 51enne i militari hanno sequestrato, oltre agli assegni lasciati in garanzia dalla vittima, un revolver calibro 38 special, con le munizioni, una pistola semiautomatica giocattolo, priva del tappo rosso, e denaro contante sulla cui provenienza sono in corso accertamenti

Lascia un Commento