Sant’Arsenio – Bimbo conteso. Per la madre madato di cattura internazionale

E’ stato emesso un mandato di cattura internazionale per la donna venezuelana, sparita con il figlio di appena 6 anni, affidato al padre di Sant’Arsenio. La donna alcuni mesi fa non si è presentata al tribunale di Sala Consilina, dove è in corso la causa di separazione dal marito. La 40enne avrebbe dovuto consegnare il figlio che vive in Venezuela all’ex marito, ma così non è stato. Da allora la donna non si torva più. Il tribunale di Sala Consilina ha deciso l’affidamento esclusivo del bambino al padre, disponendo per la madre il diritto di vedere due volte a settimana il piccolo, in presenza del padre o di una persona di sua fiducia. Inoltre la donna deve corrispondere all’ex marito la somma di 300 euro mensili per il mantenimento del bambino.
Il caso era scoppiato 3 anni fa, quando la donna decise di far ritorno a Caracas, portandosi via il piccolo. Quando il marito si rese conto che non aveva intenzione di tornare, sporse denuncia. Nel giugno del 2012 è arrivata la sentenza di primo grado della Corte venezuelana che sancì il rimpatrio in Italia del piccolo. Sentenza confermata in Appello e anche in via definitiva dall’Alta Corte nel dicembre dello scorso anno. La donna non ha rispettato le decisioni della magistratura e ora rischia l’arresto.

Lascia un Commento