Santa Marina(SA) – Protesta balneari, incontro in prefettura e presidio spostato in villa

Il presidio di protesta messo in atto ieri pomeriggio da gestori e operatori di nove stabilimenti balneari di Policastro Bussentino da questa mattina si è spostato dallo svincolo della Superstrada Bussentina alla villa comunale di Policastro a poche centinaia di metri. La decisione è stata presa in attesa di una riunione in Prefettura a Salerno che si è svolta in mattinata, con la partecipazione dei rappresentanti degli stabilimenti, del vice prefetto, questore di Salerno e comandante dei carabinieri della Compagnia di Sapri. La questione è complessa e chiama in causa più enti per ragioni di carattere paesaggistico.
Durante la riunione in Prefettura si è deciso di riesaminare la vicenda all’inizio della prossima settimana poiché, come ci ha riferito Beniamino Giudice, presidente del Consorzio Certosa-Mare, in Prefettura il caso non è conosciuto in tutti i suoi aspetti e hanno chiesto tutti la necessaria documentazione per comprendere bene la questione. Gli operatori balneari chiedono una sospensiva e la riapertura delle attività per affrontare l’estate e regolarizzare il tutto a fine stagione in modo da evitare il fallimento.
Stamani a Policastro, aderendo alla manifestazione dei balneari, sono rimasti chiusi per un’ora gli uffici del Comune di Santa Marina e molti negozi. Solidarietà anche dai vacanzieri che affollano le coste del Golfo di Policastro in queste calde giornate. 

Lascia un Commento