Santa Marina-Policastro (SA) – Lidi sequestrati, il Comune istituisce una commissione d’inchiesta

Prosegue la protesta del comitato balneari di Policastro Bussentino, che chiede un provvedimento di emergenza per la riapertura dei lidi almeno fino a settembre. Obiettivo: salvaguardare l’economia e soprattutto i circa 120 posti di lavoro nelle nove strutture chiuse dallo scorso marzo. I manifestanti, assieme ad alcuni sindaci (Sapri, Vibonati, Ispani e Torre Orsaia su tutti) ed amministratori del Golfo di Policastro e del Basso Cilento, hanno fatto pervenire al Prefetto di Salerno, tramite il comandante dei Carabinieri di Sapri Emanuele Tamorri, una missiva per chiedere un intervento presso gli organi competenti (in primis, la magistratura). "Se entro domattina non avremo risposte certe in merito, la nostra protesta assumerà dimensioni più grandi, con azioni clamorose", assicura uno dei leader del comitato balneari, l’imprenditore e presidente del consorzio "Certosa Mare" Beniamino Giudice. Intanto il Comune di Santa Marina-Policastro, assente anche nella conferenza di ieri a Policastro, annuncia, attraverso una nota del presidente del civico consesso Giovanni Fortunato, di aver istituito una commissione tecnica d’inchiesta che "in 100 giorni" dovrebbe relazionare sulla mancata apertura delle strutture balneari, individuando tutte le responsabilità in merito. "Questa commissione – sottolinea Fortunato – dovrà fare luce su eventuali inadempienze di enti pubblici o di privati. Chi ha sbagliato è giusto che paghi. Inoltre l’amministrazione comunale si riserva di costituirsi parte civile per il risarcimento dei danni d’immagine subiti". Da Fortunato anche una stoccata alla minoranza ma anche agli amministratori dei comuni vicini che stanno appoggiando la protesta dei balneari:  "Loro possono permettersi pure questo, tanto la faccia l’hanno già persa da anni. Ma ciò che più mi rattrista – prosegue Fortunato – è che molti titolari di stabilimenti, pur sapendo di chi è la responsabilità, hanno manifestato contro l’attuale amministrazione comunale, impegnata da anni nel ripristino della legalità e nello sviluppo dell’intera comunità".

Lascia un Commento