Sanità, specializzazioni bloccate. Il presidente dell’Ordine dei medici di Salerno D’Angelo attende il Consiglio di Stato

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Sono circa 1200 i medici abilitati in attesa di entrare in scuola di specializzazione e cercare di dare una mano e ossigeno ai nostri ospedali. Lo afferma il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Salerno, Giovanni D’Angelo, spiegando che l’elenco degli specializzandi sarebbe dovuto uscire il 5 ottobre scorso, se non fosse stato bloccato da ricorsi contro il bando. “La vicenda – sostiene sempre il dottor D’Angelo – sembrerebbe una commedia degli equivoci, se non si stesse svolgendo durante una delle più grandi tragedie sanitarie che abbia mai affrontato il nostro Sistema Sanitario Nazionale”.

La situazione del post-laurea nel nostro Paese è sempre stata abbastanza complessa e non è purtroppo cambiata neanche in piena emergenza, basti pensare che a fronte di 24.000 aspiranti specializzandi solo 14.445 avranno la possibilità di ottenere una borsa di specializzazione; ma se questo dato lo rapportiamo ai numeri delle carenze di personale che ci arrivano dai nostri ospedali va da sé che, se non poniamo presto un argine, il sistema non reggerà.

 

Inoltre al danno la beffa: pensando fosse imminente il loro inserimento in corsia, non pochi di questi giovani medici hanno lasciato da settimane gli incarichi nelle USCA, nella guardia medica, nella Medicina Generale come sostituti, nelle RSA, in quanto attività incompatibili con il percorso di specializzazione.

A questo punto non resta che sperare nella sentenza definitiva che il 15 Dicembre il Consiglio di Stato emanerà su questa triste pagina della medicina, dando finalmente ai nostri giovani medici la possibilità di effettuare la loro presa di servizio prevista per il 30 Dicembre. 

L’Ordine dei Medici  di Salerno, continuerà a seguire con attenzione e partecipazione tutti i risvolti di questa vicenda e sarà pronto come sempre, qualora se ne ravvisi la necessità, a scendere in campo al fianco dei propri giovani iscritti.  

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento