Sanità e rischio sismico, il progetto del nuovo ospedale a Salerno. Ascolta l’intervista

Non solo gli edifici scolastici ma anche molte strutture sanitarie presenti sul nostro territorio hanno un’alta vulnerabilità di tipo sismico. Ospedali vecchi e con al­ta vulnerabilità ai terremoti dunque e investimenti per milioni di euro per rendere gli edifici conformi alla nor­mativa antisismica.

Il problema, come evidenzia il quotidiano La Città, nonostante riguardi quasi tutti i presidi sanita­ri salernitani e sia noto da una ventina di anni, non è stato affrontato. Negli ultimi tempi sono stati finan­ziati solo gli studi per effettuare le verifiche sismiche dalle quali partire per i progetti di adegua­mento.

Per quanto riguarda l’Azienda ospedaliera universitaria di Salerno e gli altri plessi collegati, molti fabbricati hanno una alta o medio alta vulnerabilità sismi­ca. Proprio questa mattina il governatore della Campania Vincenzo De Luca a Salerno ha tenuto una conferenza stampa sul progetto di realizzazione di un nuovo ospedale che richiede investimenti per circa 400 milioni di euro.

A Radio Alfa ne abbiamo parlato con il medico e sindacalista della Uil-Sanità, Lello Albano, che lavora da molti anni al Ruggi di Salerno e conosce bene la struttura.

Ascolta l’intervista
Lello Albano su ospedali e rischio sismico

Lascia un Commento